L'African American English di Zora Neale Hurston

Chiara Spallino

Abstract


L’esperienza di antropologa di Zora anticipa quella di letterata e saggista. In Mules and Men (scritto nel 1932 e pubblicato nel 1935, solo dopo la pubblicazione di Jonah’s Gourd Vine, 1934, quasi a sancire la priorità della vocazione di scrittrice su quella di antropologa) Zora dimostra la tesi che il folkore dei neri è eversivo e non evasivo. E, non a caso, Mules and Men, ha un ruolo centrale in quella che potremmo definire la “Hurston Renaissance”: dopo averlo letto Robert Hemeneway scriverà Zora Neale Hurston, a literary biography, riscattando la Hurston da un lungo oblio.

Keywords


Zora Neale Hurston

Full Text:

PDF


DOI: https://doi.org/10.13136/2281-4582/2011.i0.834

Refbacks

  • There are currently no refbacks.